Fiera dei Librai

Ornella Bramani

Ci sono persone che, fin dal primo contatto, ti fanno sentire come avvolto da un’energia estremamente positiva e accogliente: Ornella Bramani, prima direttrice artistica della Fiera dei Librai (“È il mio anno zero, per loro invece è l’anno 57”, scherza), è una di queste.
Mi racconta in breve la sua attività professionale, iniziata prestissimo (a 19 anni) prima con l’A.B.B. Sace e poi in una società elettronica. Nel 1995 decide di continuare a lavorare come consulente per avere più tempo da dedicare ai figli.
Lo stesso anno Ornella accetta la proposta di un conoscente che le chiede di entrare a far parte “di una compagine di amici” per salvare la casa editrice di Pierluigi Lubrina, colpito quell’anno da un secondo ictus: “L’obiettivo era evitare che i libri andassero al macero…”.
Nel frattempo continua a coltivare i suoi contatti con case editrici e autori: “Ho sempre avuto un enorme interesse per il mondo della letteratura, e da sempre partecipo alla vita culturale di Bergamo e anche della provincia, che ora è più ricca che mai. Non riesco più a seguire tutto, devo scegliere dove andare”.

"La vita culturale di Bergamo, e anche della provincia, ora è più ricca che mai. Non riesco più a seguire tutto, devo scegliere dove andare."

Ornella mi racconta, in particolare, di una serata al festival Presente Prossimo in cui, insieme all’amico scrittore Raul Montanari, in un momento di attesa aveva chiesto a un po’ di ragazzi lì presenti che autori italiani avessero letto, e questi le avevano citato Maggiani, Nori, Culicchia: “Erano tutti molto giovani, liceali e universitari, e devo dire che ero rimasta stupita. Anche perché quando ho accettato la direzione artistica della Fiera dei Librai tra i primi autori che ho contattato c'erano proprio Maggiani, Nori e Culicchia”.
Altri nomi importanti che saranno presenti a questa edizione: Paolo Rumiz, Dacia Maraini, Elisabetta Sgarbi, l’attore Salvatore Striano e Simone Moro, “Per far conoscere anche storie di vita forti: Striano è stato in carcere prima di essere chiamato da Garrone a recitare in Gomorra, Moro è il primo scalatore ad avere raggiunto in inverno la vetta del Nanga Parbat, il 26 febbraio di quest’anno. Pensa che lo abbiamo invitato via mail durante una pausa al campo base, quando ancora non si sapeva se ce l’avrebbe fatta”.

"Quest'anno vogliamo far conoscere anche storie di vita forti, come quelle di Salvatore Striano e Simone Moro."

“Abbiamo chiamato questa edizione della Fiera la Premium edition”, spiega Ornella, “Perché ci siamo voluti premiare invitando tanti autori che hanno vinto lo Strega, il Campiello, il Bancarella, il Grinzane Cavour, il premio Bergamo”. E anche il Nobel: il 16 aprile, infatti, ad aprire la Fiera ci sarà Dario Fo. “Sono felicissima che abbia accettato l’invito: il 24 marzo ha compiuto 90 anni ed è incredibile quanto sia ancora lucido e avanti, più avanti di tanti più giovani di lui. Sai perché ha accettato? Perché voleva sostenere un’iniziativa organizzata da dei librai indipendenti”.

  • #storielibere/
  • Ornella Bramani