Fiera dei Librai

Telmo Pievani

Domenica 18 luglio ore 20.30 

Finitudine, un romanzo filosofico su fragilità e libertà (Raffaello Cortina Editore 2020)

Viaggio nell’Italia dell’Antropocene. La geografia visionaria del nostro futuro (Aboca Edizioni 2021)

Come trovare un senso all'esistenza se tutto ha fine? Rispondono Camus e Monod, in un rimando avvincente tra realtà e finzione messo in scena da Telmo Pievani. Lo scrittore Albert Camus non è morto nell'incidente del 4 gennaio 1960. Un suo grande amico, il genetista Jacques Monod, va a trovarlo in ospedale. Stanno scrivendo un libro insieme. Leggono le bozze, ricordano le avventure durante la Resistenza a Parigi. Nel segno del disincanto, prende forma una visione del mondo. La scienza ha svelato la finitudine di tutte le cose: dell'Universo, della Terra, delle specie, di ognuno di noi. Come trovare un senso all'esistenza accettando la nostra finitezza? Camus e Monod passano in rassegna le possibilità laiche di sfidare la morte. L'investigazione diventa un giallo filosofico. Forse la finitudine non implica nichilismo, ma al contrario solidarietà, rivolta, una vita piena. In un gioco raffinato di fatti e finzioni, Finitudine è la storia della vera amicizia tra due Premi Nobel, un dialogo avvincente, un libro dentro un libro. Dopo il successo di Imperfezione, Telmo Pievani torna con un testo sorprendente che affronta con poesia un tema filosofico e scientifico che ci tocca tutti. «Un giallo filosofico sul nostro destino» - Maurizio Ferraris, Robinson

Durante l’incontro si parlerà anche di un altro libro di Telmo Pievani, Viaggio nell’Italia dell’Antropocene. La geografia visionaria del nostro futuro (Aboca Edizioni 2020), Un libro sorprendente e provocatorio, che immagina come cambierà la geografia dell'Italia se non saremo capaci di arretrare gli effetti del cambiamento climatico.

con Telmo Pievani autore, Carlo Dignola giornalista L’Eco di Bergamo

 

PARTECIPA ALL'EVENTO

Prenotazione obbligatoria da venerdì 9 luglio

CLICCA QUI




ACCESSO AGLI EVENTI IN CASO DI MALTEMPO
In caso di maltempo, gli eventi previsti in piazza  Fabrizio De André a Daste (via Daste e Spalenga 13, Bergamo), verranno trasferiti presso la sala cinematografica Lo Schermo Bianco di Lab80 sempre a Daste.

Attenzione: a causa della normativa vigente per l’emergenza sanitaria Covid-19, la capienza della sala cinematografica (70 posti seduti) è inferiore rispetto alla piazza di Daste (200 posti seduti). Pertanto, in caso di maltempo, il giorno stesso dell’evento gli organizzatori confermeranno via mail la partecipazione ai primi 70 prenotati in ordine cronologico e comunicheranno l’impossibilità di accogliere l’adesione degli ulteriori prenotati.

  • Autori/
  • Telmo Pievani