Fiera dei Librai

Don Antonio Mazzi

Venerdì 16 luglio ore 19.30 

La speranza è una bambina ostinata. Pensieri notturni di un sognatore centenario (Piemme 2021)

«Questo è per me, oggi, la fede: dar credito a una promessa di vita infinita, perché ho finalmente capito che non posso fare a meno di sperare in essa. E la speranza è presente in me non per obbedienza al mio credo o alla mia Chiesa, ma perché sono uomo, ho dentro l'infinito e voglio la vita.», Nella lunga confessione contenuta in queste pagine, don Antonio Mazzi dà molto spazio alla speranza, un sentimento che non invecchia, che accomuna persone di fede e non credenti, che ci aiuta a guardare a noi stessi e agli altri fiduciosi di ricevere amore e salvezza e di poterne dare a nostra volta. Rivolgendosi idealmente a un giovane interlocutore, il sacerdote che ha dedicato la vita ai "ragazzi cattivi" ripercorre alcune sue esperienze per consegnarci, in un amorevole testamento spirituale, i pensieri che più gli stanno a cuore: la dimensione vitale, corporea, universale del Vangelo; il senso di essere prete e padre; l'importanza dell'ascolto e dell'accoglienza; il ruolo del perdono; la bellezza della preghiera; la necessità di aprirsi agli insegnamenti paradossali di Gesù per vivere in pienezza. Con la passione, la schiettezza e l'energia che lo caratterizzano, don Mazzi ci trascina a scandagliare, insieme a lui, il mistero che riguarda tutti e ciascuno di noi.

con Don Antonio Mazzi fondatore Fondazione Exodus, Loredana Poli Assessora alle Politiche per i Giovani del Comune di Bergamo



PARTECIPA ALL'EVENTO

Prenotazione obbligatoria da venerdì 9 luglio

CLICCA QUI




ACCESSO AGLI EVENTI IN CASO DI MALTEMPO
In caso di maltempo, gli eventi previsti in piazza  Fabrizio De André a Daste (via Daste e Spalenga 13, Bergamo), verranno trasferiti presso la sala cinematografica Lo Schermo Bianco di Lab80 sempre a Daste.

Attenzione: a causa della normativa vigente per l’emergenza sanitaria Covid-19, la capienza della sala cinematografica (70 posti seduti) è inferiore rispetto alla piazza di Daste (200 posti seduti). Pertanto, in caso di maltempo, il giorno stesso dell’evento gli organizzatori confermeranno via mail la partecipazione ai primi 70 prenotati in ordine cronologico e comunicheranno l’impossibilità di accogliere l’adesione degli ulteriori prenotati.

  • Autori/
  • Don Antonio Mazzi